COME LAVARE IL CASHMERE
Suggerimenti su come lavare in cashmere

COME LAVARE IL CASHMERE
Suggerimenti su come lavare in cashmere

Il cashmere non è particolarmente delicato: non va lavato a secco ma solo con acqua fredda o al massimo a 40 gradi centigradi. Per limitare l'infeltrimento, come per la lana, è importante che la temperatura del lavaggio e del risciacquo sia la stessa.

Non necessita di ammorbidente, e con i lavaggi diventa sempre più morbido. Questo perché la pecora produce lanolina, una sostanza grassa che impregna e protegge la lana impermeabilizzandola, e che viene in gran parte eliminata con il lavaggio effettuato dopo la tosatura e poi nei lavaggi in lavatrice.

La qualità della fibra è comunque molto diversa a seconda dell'animale che lo ha prodotto, e anche della sua età: più è giovane, maggiore è la finezza. Anche il colore è molto variabile: dal panna al grigio, dal nocciola al nero. Questo perché non è ancora stata effettuata una selezione genetica, appena iniziata dagli allevatori australiani, statunitensi ed europei.

Infine una curiosità: la fibra cresce quando le giornate si accorciano, dopodiché comincia a cadere per la muta; cosi, da febbraio ad aprile (nei nostri climi), le capre vengono pettinate a mano, in modo da raccogliere il cashmere con la minima quantità di giarra.

Da ogni capra si ottengono circa due etti di fibra pregiata, quanto basta per produrre un maglione od un paio di sciarpe. Una pecora invece produce 3 chili di lana.

GUARDA LE OFFERTE DI IMA CASHMERE


OFFERTE DONNA


OFFERTE UOMO



ks

Richiedi informazioni

Se desideri un capo particolare o maggiori informazioni in merito ai nostri prodotti, inviaci una mail con la descrizione di cosa cerchi. Saremo felici di risponderti.