STORIA DEL CASHMERE
Da dove arriva il cashmere e come si produce

STORIA DEL CASHMERE
Da dove arriva il cashmere e come si produce


Iniziam con il nome: cashmere o cachemire? In realtà lo si può chiamare in entrambi i modi e a volte si può trovare anche scritto “kashmere” o addirittura “casimiro”. Comunque vogliate chiamarlo il cashmere è una pregiatissima fibra tessile formata con il pelo di Capra hircus.
Il cashmere si riconosce subito toccandolo perché si tratta di una stoffa morbida, setosa e vellutata che regala una sensazione calda e soffice.

La storica regione da cui deriva il suo nome è il Kashmir, un territorio oggi diviso tra India, Pakistan e Cina, da cui partirono le esportazioni verso l’Europa già nel XIX secolo.

Con il passare del tempo l’Italia è divenuto il primo trasformatore di cashmire al mondo. Ma da dove deriva questa meraviglia? Come dicevamo questa fibra tessile è formata dal pelo di Capra Hircus che vive soprattutto in nelle regioni montuose e degli altipiani dell'Asia. Iran, Mongolia, Tibet, e Afghanistan sono i paesi fornitori della materia prima. Questi animali sviluppano una particolare peluria chiamata duvet che, come molte altre fibre animali, ha la capacità di termo-regolare la temperatura delle capre che sono soggette a forti sbalzi di temperatura fra il giorno e la notte.

ks

Richiedi informazioni

Se desideri un capo particolare o maggiori informazioni in merito ai nostri prodotti, inviaci una mail con la descrizione di cosa cerchi. Saremo felici di risponderti.